Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2013

Oltre l'estetica delle umane visioni

AI CANI NON SFUGGE NULLA! Gli animali sentono! Avvertono cose che a noi umani, abituati o educati alle apparenze, sfuggono.
Per distrazione o superficialità, spesso, guardiamo senza osservare ciò che accade davanti a noi.
Sovente ci lasciamo catturare dall'esteriorità.
Nel campo dell'arte, per esempio, c'è ancora chi fa confusione tra le alchimie della figurazione melensa e la ricerca linguistica di forme/pensiero arcaiche proiettate nel contemporaneo; ritenendo la prima buona e la seconda il frutto di uno scherzo.
Ma non è di questo che voglio parlare. Né tanto meno perorare cause a favore di certo modo di esprimersi in arte. Personalmente, ritengo valida qualsiasi espressione! E di ciò parleremo in altri momenti.
Non intendo parlare neanche dei rapporti interpersonali e del ruolo preminente dell'aspetto fisico, giacché irrilevante nel mondo canino.
Veniamo ai fatti:
Per la prima volta sento Macchia abbaiare. Nonostante la taglia possiede un abbaio imponente. Chi …

Voglio guardare il mondo con occhi di cane

Anche stamattina Macchia avverte il nostro arrivo. Leggera e veloce copre la distanza che ci separa, infila la testolina tra il muretto e l'inferriata della villa, poi caccia fuori anche una zampa, esile com'è sembra essere in equilibrio precario, e aspetta.
Vasco, baldanzoso, le si avvicina. Fermo come una statua, acconsente che lei lo lecchi sul muso. I bacini non durano più di qualche nano secondo, poi, quasi un po' sulle sue, così, tanto per darsi un tono, assume la posizione del dominante, gira attorno al muro di cinta della villa e marca il perimetro.
Macchia è una cagnetta di taglia piccola dal carattere giocoso; bianca con quattro macchie nere grandi distribuite armoniosamente sul corpo e sulla testa. Dolce, talmente socievole che quando dico a Vasco: “su dai torniamo a casa”, emette dei guaiti impercettibili che tradotti avranno senz'altro questo senso: “perché non restate ancora un pochino?”. Ma i cani sono ubbidienti e pazienti. Capiscono quando è il momento d…

Calabria, sulle tracce dei padri

Quando si immette nel mercato degli affari un prodotto targato cultura il risultato può essere rischioso, di sicuro incerto. Le crisi economiche e la sete di guadagni intaccano le coscienze, le minano e, quindi, piuttosto che pensare al profitto intellettuale dello spirito e alla ricaduta in termini di crescita interiore per tutti, le menti pragmatiche valutano il risultato economico immediato. Come biasimarle!
Non è un mistero, d'altronde, il giro di denaro pubblico e privato investito in sagre, mostre, riscoperte di numi storici consacrati nell'olimpo dell'arte, ma, raramente, purtroppo, per divulgare il lavoro dei nostri artisti contemporanei.
In Calabria le garanzie e le occasioni per spendersi e incentivare i progetti culturali non mancano! Esse sono parte integrante del territorio. Le radici sono forti. E la cultura è tutt'uno, anzi conservata e protetta nel territorio e nel mare solcato da Greci, Spagnoli, Turchi. Un territorio tormentato da fenomeni sismici e da i…

Ufo sul golfo, misteri sul Mar Jonio

Agustu è capu e viernu. (Agosto anticipa l'inverno) Così dicevano i vecchi dell'entroterra calabrese ai primi di agosto. In effetti da qualche giorno la temperatura si è abbassata.
Stamane il cielo è incerto. Il sole si nasconde dietro nuvole plumbee. A fatica i raggi rosati penetrano i cirri carichi di pioggia. È l'alba. L'alba sullo jonio è uno spettacolo imperdibile! Sempre nuovo. E ciò che di bello pensi di avere visto il giorno precedente, pur guardando dalla stessa angolazione, è superato, dimenticato. Offuscato da nuovi incredibili visioni.
Sorseggio un caffè mentre osservo l'orizzonte. Una palla bianca si riflette nel mare. Il cielo è coperto da nuvole scure ma non minacciose. Poggio la tazzina sul tavolo e d'istinto cerco la funzione “fotografia” sul telefonino. Una foto tira l'altra. Le scarico sul pc e … meraviglia!
Una palla si materializza nel cielo sotto il sole rossastro nelle prime due immagini. Dapprima è bianca; poi rossa come il fuoc…

Pasquino Crupi, un Calabrese Scomodo

Meridionalista. Così è definito chi spende le proprie energie per rivendicare diritti cancellati o calpestati per favorire altre realtà economiche, politiche e culturali. Non si tratta di una strenua difesa del territorio d'origine imputabile, come spesso si sente dire da qualche personaggio che fa della spocchia la sua fortuna, di amore viscerale verso le proprie origini.
I meridionalisti calabresi, conosciuti e non dai conterranei, vivono le contraddizioni politiche che si riflettono sulla società e li scandagliano. Suffragano le ricerche con studi scientifici e le condiscono con analisi liberali per renderle libere da preconcetti e faziosità.
Insomma, annullano le realtà dei se e dei ma e polverizzano le colonne granitiche dell'ignoranza con dati di fatto inoppugnabili.
Pasquino Crupi è uno di questi! Studioso. Meridionalista convinto. Ha dato il suo apporto alla causa meridionalista con lo strumento a lui più affine: la scrittura.
Una scrittura suffragata, ripeto dalla stori…

Bagnanti, tra Sharm e ...

BAGNANTI.
In Egitto è colpo di stato militare. L'esercito spara sui dissidenti. Oltre la guerra civile è in atto la guerra delle cifre: per le voci del sistema oppressivo i morti sono all'incirca seicento e qualche migliaio di feriti quasi equamente divisi tra le sponde dei fratelli musulmani e i militari che hanno deposto l'ex Presidente Morsi, uomo eletto democraticamente dal popolo anche se...
Nel frattempo la farnesina invita gli italiani in vacanza in Egitto ad essere cauti, non uscire dagli alberghi e non avventurarsi nelle zone calde.
Sulla “carneficina egiziana” l'Unione Europea prende posizione e avverte che riesaminerà le relazioni diplomatiche con l'Egitto.
Il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy e il presidente della Commissione europea Josè Manuel Barroso, chiedono alle autorità egiziane di evitare ulteriori escalation di violenza nel Paese e avvertono che l'Ue, insieme agli Stati membri, rivedranno le relazioni con l'Egitto nei …

incertezze umane e saggezza intuitiva

È bastata una piccola macchiolina sulla pelle per mandare in tilt le certezze. Di colpo sono cambiate le priorità. Anche la scala dei valori vacilla. In questo preciso momento salta tutto e ogni cosa è irrilevante. Lavoro. Guadagni. Stabilità economica. Amore. Persino gli affetti mutano insieme all'umore.
Nell'attesa dei risultati degli esami clinici una sorta di ovattata bianchezza avvolge i miei pensieri.
Solo lui, l'amico fedele di sempre, sembra non accorgersi di nulla. Scodinzola e fa le feste come ogni giorno. Il suo abbaio smorzato mi chiama alla realtà. La sua realtà. Una realtà fatta di bisogni naturali che non derogano più di tanto persino gli orari dei giochi. Laki mi guarda con occhi buoni. Saltella, scodinzola e mi lecca la mano. Prende la palla tra i denti e mi sfida. Chissà se intuisce che la mia mente è altrove. O forse lo sa e vuole farmi capire che non c'è niente da temere, ch'è una banalissima macchia sulla pelle protetta dai vestiti per lungo t…

Umori e Politica su Facebook

Politica e socialnetwork: la parola agli stupidi rancorosi che scaricano la rabbia accumulata innalzando o demolendo feticci e eroi costruiti nelle loro menti.
C'è uno strano modo di intendere la libertà d'espressione, la democrazia e la giustizia sociale.
Leggo su facebook che Ignazio Marino non ha dato, perché, forse, nessuno del pdl ne ha fatto richiesta, l'autorizzazione a montare il palco sul quale ieri Berlusconi ha parlato ai suoi e di conseguenza ha anche fatto un esposto agli organi preposti per valutare eventuali danni alla piazza.
E fin qui, non fa una piega. È giusto che qualsiasi sindaco di una qualsiasi città tuteli le regole e preservi il bene comune.
Diventa, invece, una grattachecca, un pettine stretto per pidocchi la notizia postata su uno dei maggiori social net.
Molti se la prendono con Berlusconi, come se fosse compito suo fare richiesta al comune e non il comitato organizzatore cittadino pdl. Diverso, è il concetto per chi dirige una grande aziend…